2017 / 2018
Home | Ateatroconmammaepapà | Teatro dialettale | Teatro per la scuola | Stagione di prosa| Scuola di teatro | Contatti


ATEATROCONMAMMAEPAPA'


tutti gli spettacoli avranno inizio alle ore 21.00

Si sposta al sabato sera la tradizionale rassegna, che presenta alcune tra le migliori compagnie teatrali professionali
che a livello nazionale si occupano di teatro per bambini e tutta la famiglia (tout public).
Un'occasione per passare una serata insieme, all'insegna del divertimento.




sabato 11 novembre
Fratelli di Taglia (Riccione - RN)
JACK E IL FAGIOLO MAGICO


testo: Daniele Dainelli e Giovanni Ferma
regia: Giovanni Ferma e Marina Signorini
con: Daniele Dainelli e Patrizia Signorini
musiche: Leonardo Militi

Un carosello di parole volano tra cielo e terra, sembrano lucine che ora si accendono e ora si spengono e si rincorrono nello spazio scenico e come in un puzzle si sistemano una accanto all’altra, piano piano prendono forma e danno vita alla storia di Jack e il fagiolo magico. Jack è un bambino un po’ distratto, un po’ furbo ma anche un po’ sciocco, abita in una casa di campagna con la mamma, non ha il padre e il loro unico sostentamento è il latte della mucca Bianchina. Jack vuole tanto bene a Bianchina e tutte le mattine la va a mungere: ma un bel giorno l’amata mucca smette di dare latte, è vecchia, e così la madre manda Jack al mercato per venderla. E’ triste Jack è molto affezionato a Bianchina e non vorrebbe venderla. E così inizia l’avventura di Jack. Un vecchio stravagante, seduto sul ciglio della strada, lo distrae con degli indovinelli e convince Jack a barattare la mucca con 5 fagioli magici. Jack tutto contento torna a casa: la madre si arrabbia, gli dà dello sciocco, lo manda a letto senza cena e getta i fagioli dalla finestra. Ma i fagioli sono veramente magici e nella notte iniziano a crescere, crescere, crescere. Spinto dalla curiosità e anche dalla fame Jack si arrampica e, quando arriva sopra le nuvole, vede un castello. E’ la casa dell’Orco e dell’Orchessa ed è piena di tesori. L'urgenza della fame spinge Jack a cercare la soluzione in un altro mondo, a superare prove, vincere la paura dell'Orco e alla fine viene ricompensato generosamente. Così riconquista la fiducia della madre, grazie a Jack non soffriranno più la fame.

adatto dai 3 anni in poi




sabato 9 dicembre
Compagnia Gli Alcuni (Treviso)
IL BOSCO DELLE FATE


testo: Sergio Manfio
regia: Anna Manfio
con: Anna Manfio e Anna Valerio

Un fiaba sull'ambiente e sulla natura. Lo spettacolo vuole avvicinare i bambini all'ambiente naturale che li circonda, far conoscere la varietà delle piante che vivono nel bosco, svelare le loro affascinati e misteriose caratteristiche. Si tratta di un racconto fantastico che si svolge molti e molti anni fa in un villaggio sperduto delle Alpi. Gli abitanti del villaggio vengono ridotti in schiavitù da una maga malefica e chiedono aiuto a Fata Corolla e Fata Valeriana. Giunte a destinazione, le due fate incontrano all'interno di una grotta un eremita che trasmette loro i poteri magici delle Viviane. Questi poteri permettono di assimilare le caratteristiche delle piante.

adatto dai 3 anni in poi




sabato 23 dicembre
Pandemonium Teatro (Bergamo)
E' NATALE BAMBINI!


di e con: Albino Bignamini

Di solito i bambini aspettano il Natale per ricevere regali... ma si fanno anche tante domande!
Perché non si riesce a vedere Babbo Natale?
Solo i folletti possono aiutare Babbo Natale?
È vero che Babbo Natale ha una sorella?
E se qualcuno volesse sostituire Babbo Natale?
È vero che la Befana ha litigato con Babbo Natale?
A Babbo Natale non è mai capitato di sbagliare regali?
A Natale si è davvero tutti buoni?
Per rispondere a queste, e a tante altre curiosità sul Natale, basta ascoltare le fantastiche storie che tanti autori, italiani e non, si sono sbizzarriti a scrivere per farci divertire e sognare attorno a questa ineguagliabile Festa. Magistralmente condotto e agito da Albino Bignamini, lo spettacolo si muove sui diversi piani della tradizione e della modernità cercando con leggerezza un connubio.

adatto dai 3 anni in poi




sabato 20 gennaio
Teatro del Drago (Ravenna)
TRECCE ROSSE


liberamente ispirato a “Pippi Calzelunghe” di A. Lindgren
testo: Roberta Colombo
regia: Andrea Monticelli
immagini: Gianni Plazzi e Arianna Maritan
scenografie: Andrea Monticelli e Arianna Maritan
consulenza musicale: Mauro Monticelli

Una buffa ragazza sta per andare a coricarsi: dorme con i piedi sul cuscino. Sogna e i suoi sogni prendono corpo trasformando la realtà in una sur-realtà dove la mente, il parlare, si perdono in un mondo a lei caro dove i bambini decidono da soli e le regole sono “non averne”, se per regole si intendono quelle imposte dall’“alto”, dai “grandi”. Come un Don Chisciotte al femminile, porta in scena sogni e desideri e dimostra come sia facile realizzarli. La accompagnano nel sentiero della vita i suoi amici del cuore. La potente arma della fantasia unita alla libertà non trova ostacoli insuperabili e così la storia racconta di giochi, di viaggi, del susseguirsi delle stagioni, con una energia vitale che viene dall’essere vivi, dal desiderio di fare senza condizionamenti e imposizioni.

adatto dai 3 anni in poi




sabato 3 febbraio
Proscenio Teatro (Fermo)
IL BRUTTO BRUTTO ANATROCCOLO


testo e regia: Marco Renzi

Sono trascorsi esattamente trent'anni da quando nella “Fattoria del Sole Nascente”, situata nel ridente e tranquillo paese di “Poggiocalmo”, avvenne quell'eccezionale covata che vide la schiusa di ben sette uova. L'evento, più unico che raro, fu seguito in diretta televisiva da milioni di spettatori, che incollati davanti al piccolo schermo, seguirono, giorno dopo giorno, la più grande nascita che si fosse mai verificata nel paese. “Poggiocalmo” balzò agli onori delle cronache e migliaia di persone si recarono alla Fattoria per congratularsi con Mamma Anatra Fernanda. La successiva schiusa raffreddò gli entusiasmi, e il settimo nato, tutto nero, fu sottoposto alla prova dello stagno, poiché ritenuto un tacchino e non un anatroccolo come i suoi fratelli. La prova fu superata, ma nonostante questo...
Lo spettacolo, giocato tra attori, pupazzi e coinvolgimento diretto del pubblico, reinventa questa nota fiaba di Andersen la cui metafora appare più attuale che mai, riscrivendola completamente, al punto di crearne una nuova. Un racconto dove è possibile divertirsi, identificarsi e partecipare, per vivere insieme una bella e significativa storia, perché di questo crediamo ci sia tanto bisogno.

adatto dai 3 anni in poi




sabato 17 febbraio
Sezione Aurea (Bergamo)
L'oca magica


testo: Elisa Rossini
regia, scene e costumi: Diego Bonifaccio
con: Sergio Rocchi

"Buffo” è un buffone di corte caduto in disgrazia per colpa della Principessa che non vuol più ridere. Lui ce la mette tutta, ma ogni suo sforzo viene vanificato dalla testardaggine della figlia del re che per sfida impone un patto: chiunque riuscirà a farla ridere, l’avrà in moglie, ma chi non riuscirà avrà la testa tagliata. “Buffo”, narratore simpatico e un po’ pasticcione racconta le avventure divertenti e insolite di Giuseppe, un povero contadino che lascia la famiglia per tentare la sorte. Ottenuto il dono magico – l’oca, animale parlante – Giuseppe vincerà gli insoliti antagonisti? Riuscirà a far ridere la principessa e a prenderla in moglie o si ritroverà senza testa? Uno spettacolo che riscopre il gusto della narrazione avvalendosi di un teatrino dal quale appaiono i molti personaggi della fiaba.

adatto dai 3 anni in poi




BIGLIETTI
in biglietteria
dal martedì al venerdì (dalle ore 9.00 alle 12.30)
e nei giorni di spettacolo dalle ore 20.00 in poi

- intero € 6,00
- ridotto € 5,00
(dai 3 ai 14 anni, over 65,
persone con handicap ed invalidi civili,
militari, insegnanti, studenti universitari,
lavoratori in cassa integrazione ed esodati)

- famiglia (4 persone) € 17,00

GRATUITA': sotto i 3 anni




la direzione del Teatro si riserva la possibilità di apportare modifiche al programma in caso di forza maggiore



Home | Ateatroconmammaepapà | Teatro dialettale | Teatro per la scuola | Stagone di prosa | Scuola di teatro | Contatti